Montegallo

Comune di Montegallo

(Piazza Taliani, 5 – AP) 0736806122

Montegallo

Cosa sapere su Montegallo

Montegallo è un piccolo comune in provincia diAscoli Picenosituato ai piedi delMonte Vettorenel cuore dei monti Sibillini. Un delizioso borgo antico dove regna ancora la tranquillità di un tempo nel rispetto delletradizionie dellanatura.

Un paesaggio meraviglioso circonda il borgo fatto di alte cime innevate, colli a perdita d’occhio dai colori scintillanti, prati coltivati che si avvicendando ai boschi scuri che rendono il panorama unsuggestivo mosaicosul quale si stagliano antichecase colonicheepiccole chiese rurali.

Molte sono le chiese dislocate nelle diverse frazioni del territorio montegallese, tra le più interessanti lachiesa di san Bernardino, lachiesa di Santa Maria in Lapide, lachiesa di San Savinoe quella dedicata ai santiPietroePaolo, tutte dalla storia antica e molto interessanti sia dal punto di vista architettonico e culturale sia da quello antropologico e sociologico.

Affascinante ilPalazzetto Brancorisede dellaCasa del Parco Nazionale dei Monti Sibillinie del Centro diEducazione Ambientale, mentre molto caratteristico e di notevole rilevanza il Museo della civiltà contadina.

Montegallo, per la straordinariabellezzadel paesaggio in cui si trova, è inoltre punto d’interesse per meravigliose escursioni tra i Sibillini, da qui infatti si possono raggiungere, attraverso itinerari mozzafiato, ilLago di Pilato, racchiuso dalla stretta valle glaciale a nord della cima dei Vettore o la strada delle Fate poco distante dalMonte Sibilla, dove si trova la famosaGrottache avrebbe ospitato la Sibilla.

Consigli di viaggio

Palazzetto Brancori

L’edificio risale al 1640 come si può leggere in maniera chiara sull’architrave della porta d’ingresso dove si può leggere anche la frase “Invidia Dio e non compassione” che è un invito a non avere un atteggiamento lacrimevole e di seguire gli insegnamenti dell’Altissimo. All’interno trovate, il pavimento a lastrone ed un androne a volta, elementi caratteristici dell’epoca. Ma, all’interno dell’edificio, potrete visitare anche l’esposizione contadinaovvero un piccolo museo dove poter conoscere gli attrezzi che venivano utilizzati nei campi (ci sono anche animali imbalsamati) e l’archivio storico del Comune di Montegallo.

Chiesa di San Bernardino

La chiesa si trova nella piazza principale diBalzodi Montegallo è stata costruita attorno alXVII secolo. Di stile romanico, è sorretta da colonne in arenaria ed ha un bellissimo portale che risale alTrecentodi origine gotica. Sicuramente da vedere sono i dipinti che si trovano all’interno, uno dei più grandi, raffigura ilSanto di Sienaa cui è dedicata la chiesa.

Chiesa di Santa Maria in Lapide

La chiesa risale ad un periodo che va dalVIIIalIX secoloovvero quando nelle zone vi era la presenza deimonaci di Farfa. Una delle iscrizioni cita la fine del Quattrocento, l’anno in cui hanno avuto inizio i lavori di ristrutturazione,1491. Anche se le ristrutturazioni ne modificarono anche la pianta, acroce latina, sono conservati alcuni elementi originali come ledecorazioni.

Chiesa di San Savino

L’incisione più antica che figura nella chiesa di San Savino cita la data1569. Da visitare per la sua maestosità, per la semplicità con la quale si compone la facciata e per l’orologio.

Oratorio della Madonna del Carmine

La chiesa si trova adUscerno, fu ricostruita nel16371639e in un primo momento fu titolata alla Madonna di Loreto e risale al periodo tra ilXVe ilXVI secolo. Una delle storie che eredita questo luogo è quella in cui le donne del posto si recavano nella chiesa per pregare per i propri cari che erano inguerra.

Chiesa di San Pietro

La chiesa si trova adAbetitoe non ha una data esatta di costruzione. Numerosi sono gli stili che sono presenti nella costruzione. Secondo le incisioni che si possono trovare, la più antica è del1570.

Come arrivare a Montegallo

Da Nord e da Sud, prendere l’autostrada A14 (da nord in direzione di Ancona e da sud in direzione di Napoli), proseguire in direzione San Benedetto del Tronto/Ascoli Piceno, continuare su RA11, uscire in direzione Roma, imboccare la SS 4, continuare sulla SP 237, attraversare Roccafluvione, Uscerno, seguire indicazioni per Montegallo. Da Ascoli Piceno, prendere la SP 235, proseguire in direzione della SS 4, continuare sulla SP 237, attraversare Roccafluvione, Uscerno e seguire indicazioni per Montegallo

la Stazione ferroviaria di riferimento è quella di Ascoli Piceno a circa 33 KM. Per consultare gli orari dei treni visitare il sito web delle Ferrovie dello Stato www.ferroviedellostato.it/

il paese è servito da Autolinee Start www. Startspa.it

l’aeroporto marchigiano di riferimento è quello di Ancona a circa 130 KM

Dove dormire