Carciofi di Montelupone | Marche travelling

Carciofi di Montelupone

Il Carciofo di Montelupone, presidio Slow Food, è un prodotto di eccellenza del territorio nei pressi di Montelupone, in provincia di Macerata.

Conosciuto anche come “scarciofeno” o “scarciofinu” a seconda delle inflessioni dialettali, il Carciofo di Montelupone, dall’intenso colore violaceo, è caratterizzato dalla mancanza della tipica peluria interna e delle spine e da dimensioni inferiori rispetto alla media dei carciofi.

Dolce e saporito al gusto, lo scarciofeno è protagonista di tante ricette della tradizione, come le tagliatelle ai carciofi o i carciofi fritti, ma anche dei piatti delle cucine contemporanee. D’altronde la qualità del prodotto è tale da potersi sposare con ogni tipologia di preparazione.

A Montelupone i carciofi più grandi, che sono solitamente anche i più precoci, vengono spesso cucinati interi in padella con finocchio selvatico, altre erbe aromatiche, olio, sale e vino bianco; mentre quelli più piccoli sono per lo più scottati e conservati sott’olio.

Oltre alle grandi qualità culinarie, il Carciofo di Montelupone è conosciuto anche per le sue proprietà benefiche e i suoi alti valori nutrizionali.

Ogni anno a Montelupone, durante il mese di maggio, viene inoltre organizzata la Sagra del Carciofo, arrivata nel 2023 alla 60° edizione.

Da provare

Per gustare una delle possibili preparazioni dei carciofi di Montelupone il consiglio è quello di provare i carciofini sott’olio croccanti dell’Azienda Agricola SiGi di Macerata, da anni impegnata nella valorizzazione dei prodotti di eccellenza dell’enogastronomia marchigiana.

Lavorati a mano con cura e precisione, sono ottimi da servire da soli come antipasto, per farcire toast e panini, o in accompagnamento ai salumi del territorio.