NederlandsEnglishDeutschItalianoРусский
NederlandsEnglishDeutschItalianoРусский

Castello di Gradara

Il borgo di Gradara è conosciuto in tutta Italia e il suo Castello è una delle principali testimonianze medievali della nostra regione. Svetta su un colle a 142 m.s.l.m, a due passi dal confine che separa le Marche dall’Emilia-Romagna e con una vista che spazia dalla costa adriatica ai territori circostanti.

Protetto da due cinte murarie di quasi 800 metri, il Castello di Gradara – così come il resto del borgo – si è conservato alla perfezione durante i suoi nove secoli di storia, permettendo perciò a tutti i visitatori, che ogni anno sono moltissimi, di immergersi completamente all’interno della sua atmosfera unica e antica.

Un’esperienza imperdibile e affascinante, consigliata anche per i più piccoli, che vi permetterà di camminare per le strette vie della città vecchia e sui camminamenti delle mura, passare dal ponte levatoio e dall’ampio cortile, esplorare fino in fondo le stanze della rocca vera e propria, e molto altro.

 Il Castello offre anche la possibilità di rivivere le tante vicissitudini susseguitesi nel corso tempo. Teatro di scontri e battaglie, di amori passionali – come quello dei celebri personaggi danteschi Paolo e Francesca che proprio qui si consumò – e della vita di alcune personalità di cui siamo soliti leggere sui libri scolastici, quest’antica roccaforte medievale nasconde curiosità e segreti in ogni suo angolo.

Costruita attorno al XII secolo per volere di Pietro e Ridolfo de Grifo, nel corso del tempo vi risiedettero esponenti dei Malatesta, degli Sforza, dei Borgia, dei Farnese e di tante altre famiglie che fecero la storia delle Marche e dell’Italia, ognuna lasciando a Gradara e al suo Castello qualcosa di personale.

 

Il tutto è presentato oggi con un’attenta organizzazione a misura di visitatore e di turista. Non mancano ad esempio le visite guidate, la proposta di itinerari specifici, le offerte legate alla didattica o le possibilità di trovare mostre ed eventi.

Insomma, lo avrete capito, una gita Gradara non è mai una cattiva idea!