Chiesa di San Francesco | Marche travelling

Chiesa di San Francesco a Serrapetrona

Su uno dei punti più alti del borgo di Serrapetrona svetta la chiesa di San Francesco, parte di un più ampio complesso che comprende anche convento e chiostro.

Edificata nel XIV secolo, la struttura è legata al passaggio di San Francesco nella Marca Fermana e alla conseguente fondazione del convento di San Michele Arcangelo. Divenuto dopo circa un secolo pericolante e inospitale, questo convento fu abbandonato e sostituito – non nella stessa posizione – dai francescani con la chiesa di Serrapetrona, dedicata per questo al santo di Assisi.

Piuttosto anonima esternamente, l’interno della chiesa di San Francesco è ad aula unica. Una volta entrati l’attenzione sarà subito attirata da una maestosa opera d’arte posizionata al di sopra dell’altare maggiore: il Polittico di Lorenzo d’Alessandro.

Un vero e proprio tesoro realizzato sul finire del Quattrocento dall’artista Lorenzo d’Alessandro (1445 circa – 1501) detto il Severinate, poiché nato a San Severino Marche, non distante da Serrapetrona.

Suddiviso su due ordini – ognuno dei quali è composto da cinque pannelli – con una predella alla base, l’opera fu commissionata dalla comunità francescana locale per raccontare ai fedeli il Mistero della Salvezza.

L’ordine inferiore mostra nel pannello centrale la Madonna con Bambino e due angeli musicanti, mentre nei pannelli laterali è possibile osservare le figure intere dei santi Giacomo Apostolo, Pietro Apostolo, Francesco e Sebastiano.

L’ordine superiore vede invece al centro la deposizione di Cristo dalla croce, e nei pannelli laterali i santi Michele Arcangelo, Caterina d’Alessandria, Giovanni Battista e Bonaventura.

Altre figure di santi impreziosiscono la predella.

Oltre al dipinto, meravigliosa è la cornice tardogotica del Polittico, realizzata all’incirca nello stesso periodo dall’intagliatore e intarsiatore Domenico Indivini, anch’egli originario di San Severino Marche.