Collegiata di San Marco Evangelista | Marche travelling

Collegiata di San Marco Evangelista

La Collegiata di San Marco Evangelista, che si affaccia sulla centralissima piazza Roma, è il principale edificio sacro di Servigliano.

Il progetto della chiesa fu affidato all’importante architetto Cosimo Morelli e realizzato dal fermano Luigi Paglialunga. I lavori di costruzione presero il via nel 1774, quando arrivò la prima simbolica pietra direttamente da Roma per volere di papa Clemente XIV, pontefice tra il 1728 e il 1769, e si conclusero quattro anni più tardi. Tra il 1778 e il 1779 furono invece ultimati gli interni, con le decorazioni in stucco, opera dello stuccatore lombardo Stefano Interlenghi, e la realizzazione degli altari. Contestualmente fu edificata anche la torre campanaria, che secondo il progetto iniziale doveva essere doppia.

La facciata in stile neoclassico presenta un bel portone in pietra lavorato dallo scalpellino anconetano Angelo Albertini, mentre l’interno di sviluppa seguendo un’unica navata – in origine dovevano essere tre – dove si aprono diverse cappelle laterali.

Presso l’altare dedicato a Servigliano Martire è possibile ammirare una bella tela dipinta da Alessandro Ricci, sullo sfondo della quale è raffigurata la nuova città di Castel Clementino, nome con cui fu conosciuta la città Servigliano per circa un secolo dopo la ricostruzione voluta nel 1771 da papa Clemente XIV a seguito di una frana che aveva gravemente danneggiato buona parte del borgo.

Nel 1779 furono inoltre trasferite all’interno della chiesa le reliquie dei corpi di San Servigliano Martire e di San Gualtiero Abate.