Falerio dei Colli Ascolani | Marche travelling

Falerio dei Colli Ascolani

Il Falerio dei Colli Ascolani è uno dei vini più apprezzati delle Marche, la cui produzione abbraccia la provincia di Ascoli Piceno e una piccola porzione della provincia di Fermo.

Riconosciuto come prodotto DOC (denominazione di origine controllata) dal 1975, questo vino bianco fermo prevede un uvaggio composto da Trebbiano Toscano (20-50%), Passerina (10-30%) e Pecorino (10-30%), cui possono essere aggiunti altri vitigni a bacca bianca ammessi alla coltivazione nelle Marche.

Se l’appellativo “Colli Ascolani”, come facilmente intuibile, si rifà al territorio, il nome “Falerio” deriva dall’antica città romana di Falerio Picenus, odierna Falerone, centro del fermano dove è ancora possibile osservare molte testimonianze archeologiche risalenti all’importante passato romano. Questo rimando storico lascia intuire la lunga tradizione della coltivazione della vite in queste zone, e già nel 1595 vini locali sembrano comparire all’interno del De naturali vinorum historia composto dal medico e filosofo Andrea Bacci, nato nel 1524 a Sant’Elpidio a Mare.

Dal colore giallo paglierino con tenui riflessi versi, il Falerio dei Colli Ascolani è un vino fresco e dalla buona bevibilità, piuttosto profumato al naso con trame di miele e fiori di prato.

Perfetto il suo abbinamento con pietanze a base di pesce, in particolare crostacei e molluschi, ma interessante è anche il connubio con sua maestà l’oliva ascolana, la tipicità più iconica del territorio.