I cavallucci | Marche travelling

I cavallucci

I cavallucci sono un dolce tipico della gastronomia marchigiana. Preparati solitamente durante il periodo invernale a causa del loro sostanzioso apporto energetico, sono diffusi perlopiù nell’entroterra anconetano e maceratese, in particolare tra i comuni di Cingoli e Apiro.

Da tempo dolci tradizionali del territorio, i cavallucci, considerando gli ingredienti che fanno parte della loro preparazione, sembrano avere origini contadine, come del resto molte delle tipicità regionali.

A metà tra un biscotto e un dolcetto, la ricetta prevede la realizzazione di un impasto esterno preparato con farina di frumento, zucchero, vino bianco, olio di semi e cannella, che andrà poi farcito con un corposo ripieno a base di frutta secca – solitamente si utilizzano noci, mandorle e nocciole –, pan grattato, buccia di arancia e limone, zucchero e sapa, il “mosto cotto” marchigiano, altro prodotto tipico del mondo contadino.

Una volta riempito l’impasto ai cavallucci andrà data una forma curva, da cui il dolce prende il nome. Il risultato ricorda infatti per alcuni un ferro di cavallo, per altri il dorso dell’animale, e per altri ancora un… cavalluccio marino! Ma, dopotutto, ognuno ci veda quel che vuole, quel che conta è la bontà del risultato finale, che difficilmente lascia insoddisfatti.

Se queste sono le “linee guida” per la preparazione dei cavallucci è giusto sottolineare che, tenendo conto anche delle antiche origini della ricetta, ogni famiglia custodisce i suoi segreti e i suoi ingredienti speciali, che danno vita a tanti dolcetti di forma e gusto differente. Non resta che provarne il più possibile!