I Paccasassi del Conero, la recente riscoperta del finocchietto marino e i migliori abbinamenti | Marche travelling

I Paccasassi del Conero, la recente riscoperta del finocchietto marino e i migliori abbinamenti

Il finocchio marino selvatico, conosciuto con diversi nomi, tra cui, Bacicci, Erba di San Pietro, Salissia, nella riviera del Conero viene denominato, dal dialetto, “Paccasassi”.

E’ un’erba spontanea mediterranea che cresce sulle rocce a picco sul mare. Nelle fenditure della roccia del Monte Conero, i paccasassi trovano lembi di terra e sabbia a cui attecchire per crescere rigogliosi.

A causa della raccolta indiscriminata alimentata dalla bontà e dalle sostanze benefiche di questa pianta, i Paccasassi sono diventati una specie protetta nel Parco Regionale del Conero e in molte zone d’Italia e d’Europa. Per poterlo riportare sulle tavole e mantenere viva una tradizione gastronomica fondamentale, Rinci ne ha intrapreso la coltivazione.

La storia del finocchietto marino di Portonovo

Un’erba antica con una storia illustrei Paccasassi, è una pianta, spontanea, della macchia mediterranea con una storia millenaria. Il loro commercio era fiorente già nel Vecchio Continente alla fine dell’Ottocento e la loro fama era tale da essere menzionati in opere letterarie come il King Lear di Shakespeare e Moby Dick di Melville. Questa popolarità era data dall’ apprezzamento dei marinai che lo portavano a bordo durante le lunghe navigazioni. I Paccasassi infatti sono ricchi di vitamina C, e quindi, un efficace rimedio contro lo scorbuto, una malattia debilitante che affliggeva gli equipaggi in mare aperto.

Non è un caso quindi che il consumo di Paccasassi si sia consolidato nella città di Ancona, Repubblica Marinara dal XI secolo e porto strategico del Mediterraneo, dove i Paccasassi crescevano spontaneamente. Inoltre, La sua posizione di snodo commerciale favoriva il commercio di questa preziosa erba che arricchiva la cucina locale.

Generazione Paccasassi, alla riscoperta del finocchietto marino del Conero

A causa della raccolta indiscriminata alimentata dalla bontà e dalle sostanze benefiche di questa pianta, i Paccasassi sono diventati una specie protetta nel Parco Regionale del Conero e in molte zone d’Italia e d’Europa. Per preservare questa tradizione culinaria, Rinci, dal 2015 ha intrapreso la coltivazione controllata dei Paccasassi, facendone suo core-business. I due giovani e intraprendenti titolari, Luca e Francesco si impegnano a riportare sulle nostre tavole questo prodotto unico e prezioso, garantendo la sua sostenibilità e la tutela della biodiversità.

I Paccasassi vengono attualmente esportati in Austria, Svizzera, Olanda, Belgio e Stati Uniti, facendo innamorare appassionati di tutto il mondo, ottenendo il premio una stella allo Speciality Great Taste Awards.

La raccolta e i benefici del finocchietto marino

I suoi 5 ettari di terreno sono proprio all’interno del Parco del Conero, habitat naturale della pianta, a poca distanza dal mare. I campi sono tutti coltivati in biologico, rispettando l’ambiente e la ciclicità naturale della pianta. Oltre ai campi, a Castelfidardo (AN), a pochi passi dal Conero, l’azienda di trasformazione ha un moderno impianto per la produzione di conserve vegetali. Attrezzature all’avanguardia e macchinari tecnologici permettono di valorizzare e mantenere quanto più naturale e genuino il sapore dei Paccasassi, riducendo al minimo l’impatto sul prodotto finale, con pastorizzazioni a bassa temperatura e senza l’uso di conservanti, coloranti o coadiuvanti chimici.

Paccasassi e abbinamenti

I Paccasassi del Conero sprigionano il sapore del mare e il profumo della terra. Hanno un gusto sapido, iodato, tipicamente aromatico, dalle spiccate note agrumate, con sentori di finocchio e carota. Le foglioline sono carnose e succulente. Sono un ingrediente molto versatile in cucina, dagli innumerevoli abbinamenti. Sono ideali per sfiziosi apertivi e antipasti, possono arricchire ricette semplici. Marinati prima in aceto di vino e poi conservati in olio extra vergine di oliva, sono una preparazione caratteristica, profondamente radicata nella tradizione culinaria locale.

Marinati prima in aceto di vino e poi conservati in olio extra vergine di oliva, sono una preparazione caratteristica, profondamente radicata nella tradizione culinaria locale.
Alcuni degli abbinamenti classici ad Ancona li vedono insieme alla mortadella sopra una focaccia, o insieme ai Moscioli di Portonovo in un primo piatto. Sono ideali comunque per sfiziosi antipasti, serviti insieme a salumi (tra cui il ciauscolo), acciughe, pesce affumicato o latticini. Le loro declinazioni in salse, pesti e sughi, sviluppate dall’azienda Rinci, sviluppano il potenziale gastronomico di questa pianta, gustosa, sana, antica ma innovativa.

Dove acquistare i Paccasassi originali delle Marche

Azienda Rinci

Rinci è un’azienda artigianale marchigiana d’eccellenza, nata nel 2015 nel cuore del Parco del Conero. Francesco e Luca, i giovani e intraprendenti titolari, propongono creazioni gastronomiche di altissima qualità che reinterpretano i gusti della tradizione con sapienza e originalità.

Il nostro core-business sono i Paccasassi, nome dialettale del finocchio marino selvatico, erba spontanea mediterranea che cresce sulle rocce a picco sul mare.

Dove dormire nelle vicinanze

Hotel Internazionale

Un Hotel 3 Stelle Romantico ed Accogliente che occupa una posizione invidiabile all’interno della baia di Portonovo. Le Spiagge di Portonovo distano solo 500 metri ed è possibile raggiungerle sia con una breve camminata, sia facendosi accompagnare da un caratteristico “Ape calessino”
che funziona da divertente navetta di collegamento dalla struttura con i diversi stabilimenti balneari di Portonovo.
Al nostro Breakfast “Vista Mare”, sarai stupito dall’assortimento di dolci e salati, elaborati con un tocco artigianale, dando peso ai prodotti tipici marchigiani.
Per il Lunch ci penserà il nostro Menu fatto di pietanze semplici e leggere ad anticipare il fresco ristoro pomeridiano.
Ogni pomeriggio i nostri Aperitivi sapranno stimolare gli appetiti dopo una lunga giornata di Sole e Mare. 
Dal Terrazzo del Ristorante, Cene intime e deliziose allieteranno le serate estive.