Mondolfo

Comune di Mondolfo

Comune di Mondolfo Via Garibaldi 1 61037 PU Mondolfo

Tel: 07219391

Fax: 0721959455

Email: comune.mondolfo@provincia.ps.it

Cosa sapere su Mondolfo

Siamo in provincia di Pesaro Urbino, in quella stupenda zona di mare dove i turisti amano andare in bicicletta e sentirsi il mare al proprio fianco. Mondolfo lo trovi nei pressi di questo ridente lungomare. Il borgo di Mondolfo ammira da sempre dall’alto il mare Adriatico. Mondolfo  è sostanzialmente un balcone naturale, ed esprime una delle caratteristiche fondamentali  delle Marche: un cocktail di mare e colline. Mondolfo è nata come rifugio per salvarsi dalle incursioni dei saraceni ma non ha mai abbandonato la sua anima marinara. Infatti oggi ha una piccola appendice: Marotta. Questa è una famosa località balneare delle Marche. Per questo Mondolfo è definita anche la terra delle due vacanze, perché in pochi minuti si può passare dal verde delle colline con i campi coltivati all’oro della sabbia e alle infinite sfumature dell’Adriatico. Un borgo davvero incantevole, di cui vi consigliamo le cose più importanti da vedere.

Consigli di viaggio

Il Palazzo Comunale e la Torre Civica

 

Impossibile non passarci vicino e impossibile non notare la sagoma maestosa di questo palazzo. Si trova nella parte più alta del colle ed è come se ogni strada dovesse poi portare qui. Il palazzo ha al centro una massiccia Torre Civica entrambi costruite con i mattoni recuperati dall’antico palazzo comunale raso al suolo dal terremoto del 1930. Sul palazzo ci sono tre simboli che raccontano perfettamente l’anima e la storia di Mondolfo: il vessillo comunale, formato da due bande eguali, oro e azzurro. L’oro è il colore dei campi mentre l’azzurro quello del Mare Adriatico. Poi c’è San Gervasio, il campanone che gli abitanti chiamano affettuosamente per nome e che da secoli scandisce i tempi religiosi e civici del borgo.  Infine c’è lo scudo in pietra sorretto dalla bocca di un leone con inciso lo stemma comunale. Dal loggiato sottostante si accede allo scalone che porta al primo piano dove è presente una quadreria, un bel fonte battesimale una Sala Grande oggi usata per attività istituzionali.

Il Castello del Belvedere e il Bastione di Sant’Anna

 

A un minuto a piedi, in direzione Via Torre, si arriva al Belvedere del Castello, il punto più panoramico del borgo che offre una vista magnifica sul territorio circostante. In realtà state passeggiando sui vecchi camminamenti delle mura fortificate, che nel corso dei secoli si sono trasformati in qualcosa di meno “bellicoso” e più utile al borgo. A pochi metri a piedi da Piazza del Municipio c’è anche uno dei bastioni che il borgo ha usato nei secoli per difendersi dagli attacchi. Ora che nessuno più invade il borgo, le possenti mura del Bastione di Sant’Anna sono state trasformate in uno splendido giardino all’italiana e in una limonaia. Qui si svolgono eventi culturali, mostre e spettacoli, ma vale la pena andarci anche se non c’è niente in programmazione. Ci si riposa dalla salita, si respira aria buona, la vista è magnifica. Lungo i camminamenti sono disposti antichi pezzi d’artiglieria usati per difendere le mura. Se avete tempo, dedicate qualche minuto all’Armeria in via Vandali.

Il Complesso di Sant’Agostino

 

Il Complesso religioso più bello del borgo si trova appena fuori le mura, vicino a Porta Santa Maria ed è dedicato a Sant’Agostino. Dal 1200 qui sono vissuti gli agostiniani anche se gli spazi sono usati per eventi culturali, convegni e per il Museo Civico. La Chiesa Monumentale di S. Agostino, che fa parte del complesso, ha forme tardo cinquecentesche e vi si accede attraverso tre eleganti portali scolpiti in arenaria. L’interno ha unica volta a botte con lungo le pareti 12 splendidi altari scolpiti e un bel coro ligneo nella contro controfacciata. Bello il Chiostro che ospita il Museo Civico di Mondolfo con reperti preistorici e del Castello, ricordi del rinascimento e della tradizione artigiana del borgo. Particolarmente interessante l’orologio usato fino al secolo scorso sulla Torre Civica.

Come arrivare a Mondolfo

Prendere l'autostrada A14 (da nord: in direzione di Ancona; da sud: in direzione di Napoli e poi di Pescara), uscire a Marotta/Mondolfo e seguire la direzione Mondolfo.

La stazione ferroviaria di riferimento è quella di Fano (si trova nei pressi del centro storico), collegata con le principali città italiane ed europee. Proseguire con l'autobus Autolinee Adriabus, linea Fano - Mondolfo. Per consultare gli orari dei treni visitare il sito web delle Ferrovie dello Stato www.ferroviedellostato.it/.

Autolinee Adriabus www.adriabus.eu/

Aeroporto Ancona (35 km circa) Aeroporto di Rimini (60 km circa) Aeroporto di Forlì (110 km circa