San Ginesio DOC | Marche travelling

San Ginesio DOC

Il San Ginesio DOC (denominazione di origine controllata) è un dei vini più apprezzati dell’entroterra marchigiano.

Apprezzato in due qualità differenti, San Ginesio “fermo” e San Ginesio “spumante” (dolce e secco), entrambi vini rossi, la sua zona di produzione abbraccia parte del territorio del maceratese, avendo come fulcro il comune di San Ginesio e allargandosi ai comuni di Gualdo, Caldarola, Ripe San Ginesio, Colmurano, Camporotondo di Fiastrone, Cessapalombo, Loro Piceno e Sant’Angelo in Potano.

Un territorio da sempre legato alla lavorazione del vino, come testimoniato da molti documenti capaci di raccontare una storia millenaria.

Il San Ginesio fermo, caratterizzato da un intenso color rubino, deve essere composto da uve di Sangiovese per un 50% minimo, cui si aggiungono, soli o assieme, Cabernet franc, Cabernet Sauvignon, Ciliegiolo, Merlot e Vernaccia Nera per un 35% minimo, e un altro 15% massimo di altri vitigni a bacca rossa.

Il San Ginesio spumante prevede invece un utilizzo di vitigno Vernaccia Nera per un 85% minimo e un altro 15% massimo di vitigni a bacca rossa.

Per quanto riguarda il fermo, il San Ginesio DOC è, specialmente se giovane, perfetto in abbinamento ad alcuni primi tradizionali del territorio, come i sostanziosi vincisgrassi; quando raggiunge un più alto periodo di maturazione è invece ottimo per accompagnare secondi a base di carne o formaggi di media stagionatura.

Lo spumante secco si presta bene per aperitivi e antipasti, ma può anche essere bevuta a tutto pasto, sposandosi bene con portate a base di pesce. Al contrario lo spumante dolce è perfetto alla conclusione di un pasto, ideale in abbinamento con varie tipologie di dessert.