NederlandsEnglishDeutschItalianoРусский
NederlandsEnglishDeutschItalianoРусский

Da Quintodecimo fino alla Cascata di Noce Andreana

Ci troviamo a pochi km da Acquasanta Terme, per proporvi un’escursione che ha qualcosa di unico per quanto riguarda l’atmosfera che si può sperimentare. È un’escursione di trekking, infatti, dove si è continuamente avvolti dalla vegetazione, dal bosco. Non manca poi l’elemento Acqua, di cui la zona di Acquasanta Terme è molto generosa. E si arriverà come premio ad una cascata: la Cascata di Noce Andreana. L’arenaria, di cui sono composti i Monti della Laga, è il principale motivo della grande ricchezza di acqua e vegetazione, come in questa valle limitrofa alla Salaria, da cui scendono i fossi che confluiscono nel Tronto. Una elemento prezioso di questa semplice escursione di trekking che vi proponiamo è il punto di partenza! L’avventura inizia infatti da Quintodecimo, un delizioso paesino dalle origini antiche, romane come indicherebbe il nome. Infatti il toponimo è relativo alle 15 miglia romane che lo separano da Ascoli Piceno, o potrebbe essere relativo anche al quindicesimo ponte che si incontra per chi proviene da Roma.

Caratteristiche dell'escursione

Il percorso che porta alla cascata

L’escursione è ben segnalata, anche perché sembra proprio di camminare per un sentiero dove anche l’uomo in antichità camminava! Il sentiero si sviluppa attraverso boschi con castagni secolari dai tronchi ricoperti di muschio, dove talvolta potrai ammirare la nascita di qualche stupendo fiore: qui, per esempio, è possibile distinguere l’arancione del fiore di San Giovanni! Ciò che sorprende, a mano a mano che si sale, è la visuale sulla valle. Potrai godere della vista di un contesto naturale veramente suggestivo, tipico dei Monti della Laga, dove al verde del bosco si inframezza il marrone dell’arenaria sulle pareti. Ad un certo punto troverai una salita un po’ difficoltosa. Ma è uno dei pezzi che caratterizzano questa escursione nelle vicinanze di Acquasanta Terme, in quanto vi è una scalinata ricavata dalla roccia, che prosegue fino alla cascata che supera una rientranza nella parete. Arrivati alla Cascata di Noce Andreana, sarete rasserenati dall’atmosfera zen che vi si proporrà: tanta vegetazione, lo scorrere dell’acqua e la visione di una grande grotta! E noterete una costruzione in pietra. È una vecchia testimonianza di legnaioli e carbonai, che hanno realizzato proprio di fianco alla cascata un riparo necessario al lavoro nei boschi, con la particolarità di avere il tetto naturale della grotta.